[video_player type=”youtube” style=”1″ dimensions=”560×315″ width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″ ipad_color=”black”]aHR0cHM6Ly95b3V0dS5iZS9QTFJhU3RHSzRmUQ==[/video_player]

Da un punto di vista chimico le Vitamine sono una categoria molto eterogenea di sostanze organiche che non presentano un vero e proprio valore energetico.

L’organismo non è in grado di sintetizzarle e ne produce in quantità insufficiente, pertanto è fondamentale che siano introdotte con gli alimenti.

L’importanza delle Vitamine in generale

Attualmente ne conosciamo 13 e oltre a regolare i fenomeni biochimici (infatti hanno una funzione “bioregolatrice”) sono indispensabili per la vita delle cellule, da qui il termine che deriva dal latino “amine di vita”.

Inoltre hanno una funzione protettiva e la carenza o mancanza, se protratta a lungo nel tempo, può portare lesioni caratteristiche per ciascuna vitamina (parleremo in generale ipovitaminosi o avitaminosi).

Ognuna ha un’azione specifica e si esplica per piccole quantità di sostanza che vanno da 1 mg a 100 mg al giorno.

Vengono distinte in due grandi gruppi principali in relazione alle loro caratteristiche di solubilità nei solventi organici e quindi si distinguono in:

  • liposolubili – si sintetizzano nel grasso
  • idrosolubili – si sintetizzano nell’acqua

Nei prossimi articoli affronteremo più approfonditamente due malattie che riguardano, in modo diverso, i Due gruppi:

  • Idrosolubili: una del gruppo B e nel caso specifico la B2 – riboflavina – e la  C (o acido ascorbico)
  • Liposolubili: la vitamina A (beta carotene) e quelle del gruppo D (D2 e D3).

In quali alimenti troviamo i due gruppi di Vitamine?

Le vitamine sono presenti sia negli alimenti di origine vegetale che in quegli di origine animale, sia pure con alcune importanti differenze, dovute alla composizione chimica degli alimenti stessi.

Proprio per questo motivo non è molto corretto affermare che per garantirne un giusto apporto basti consumare grandi quantitativi di frutta e vegetali.

Questo è vero per quelle idrosolubili ma non si può dire altrettanto per quelle liposolubili, le cui fonti migliori sono chiaramente di origine animale, oltre agli olii in generale.

Ciao e al prossimo MiniLive

[feature_box_creator style=”1″ width=”” top_margin=”” bottom_margin=”” top_padding=”” right_padding=”” bottom_padding=”” left_padding=”” alignment=”center” bg_color=”#fdfcf3″ bg_color_end=”#fdfcf3″ border_color=”#2646f4″ border_weight=”1″ border_radius=”5″ border_style=”” font_size=”9″ font_font=”Helvetica” font_color=”#000000″]

Mi chiamo Lorenzo Mauro, laurea in Fisioterapia – Esperto in Educazione alimentare e alimentazione nello Sport  (Regione Lazio n.76377) , abilitato alla predisposizione di Planning alimentare per sportivi e non. Collaboro con www.aiutomenopausa.com e In questa serie di Video parlerò di Alimentazione, Ginnastica posturale e Fisioterapia.

Sono video brevissimi (infatti li abbiamo chiamati “Mini Live” e questo è il 24°ML) ma l’intento (voglio ricordarlo sempre) è

1.  Concentrare informazioni

2. Dare  consigli, suggerimenti o provocare anche solo qualche secondo di riflessione … per esempio  su cosa potresti cambiare nelle tue abitudini quotidiane per stare meglio.

[/feature_box_creator]


Dott. Lorenzo Mauro
Dott. Lorenzo Mauro

Laurea in Fisioterapia - Tirocinio Formativo all'Estero e in Italia -Specializzato e Titolare di Corsi di Ginnastica Posturale - Esperto in Educazione Alimentare e Alimentazione nello Sport ( Regione Lazio n.76377) Clicca qui e vieni a trovarmi su Instagram